Casino di Campione e Casino Saint Vincent prossimi al fallimento

fallimento casino

Il nostro Paese non vi è dubbio che “tenga banco” alla Conferenza Iagr di Copenaghen: e questo sia per il decreto relativo al divieto assoluto della pubblicità ai giochi ed alle scommesse, ma anche per il fallimento della Casa da Gioco di Campione d’Italia, avvenimento piuttosto inusitato e che ha sollecitato l’attenzione dei vari regolatori che guardano a questo come ad un avvenimento “quasi storico”. Il fallimento del Casinò di Campione, mentre la Casa da Gioco di Saint Vincent rischia di avere un destino purtroppo analogo, è un tema attuale per la nostra Penisola e la gestione di queste emergenze di gioco è normale che facciano discutere in una Conferenza come quella di Copenaghen dove tutti i regolatori “vogliono fare ed acquisire esperienza” dagli eventi che accadono nelle varie parti del Pianeta.

Sotto una chiave diversa, la tematica della crisi del gioco viene affrontata anche nella Conferenza di Iagr e la “Supervisione delle Forze dell’Ordine e la gestione delle crisi e delle emergenze” è argomento che riguarda sicuramente anche il gioco ed i casino online, ma pensando più a situazioni generate da fattori esterni, come nel recente caso di Las Vegas dove un killer, da una stanza di hotel di una Casa da Gioco, ha compiuto una serie di omicidi. E non si tratta di un caso isolato negli Stati Uniti come nella storia dei casinò: appunto per questo, la materia è diventata di interesse perché le Case da Gioco, ai nostri giorni, devono essere preparate anche a fenomeni come questo anche se si tratta naturalmente di una forma di estremizzazione.

La problematica di come affrontare crisi sociali si riferisce anche agli attacchi che si sono verificati in luoghi affollati, sia da parte di terroristi che da parte di criminali, inclusi anche incidenti violenti nelle zone dei casinò. Come si sa le Forze dell’Ordine e le Agenzie di Sicurezza hanno il ruolo principale nel proteggere i luoghi affollati e le attrazioni turistiche dal rischio di attacco: ed in relazione a questo, tuttavia, gli operatori dei Casinò e l’Ente Regolatore del gioco d’azzardo devono capire quale sia esattamente il proprio ruolo e la propria responsabilità. Devono, in ogni caso, risultare preparati ad affrontare un caso di grave incidente che si possa eventualmente verificare nella propria giurisdizione. Si potrebbe ipotizzare una minaccia alle zone dei casinò con atti mirati ad una rapina ai giocatori, oppure ad atti motivati religiosamente o politicamente ed anche per queste situazioni il gioco deve essere preparato.

Per fare anche su questo argomento un poco di statistica, bisogna riferire che nell’analisi di McKenna vengono riportati studi e dati dell’FBI dai quali si può comprendere che su 63 criminali che hanno preso parte ad incidenti svariati si evidenzia che nel 94% dei casi di tratta di uomini e nel 77% dei casi si impiega più di una settimana per preparare l’attacco. Nel 25% dei casi si tratta di individui ai quali è stato diagnosticato un disturbo mentale con comportamenti violenti, e che nella vita hanno trascorso momenti stressanti. E, per finire, una media del 3,6% delle persone coinvolte in questi atti criminali ha avuto difficoltà finanziarie, conflitti romantici, abuso di droghe o problemi di lavoro. Per fronteggiare questi particolari accadimenti cosa possono fare, e come si devono preparare, i gestori delle Case da Gioco ed i regolatori?

Il primo strumento che si potrà usare potrebbe essere un controllo sullo stato dei Casinò: i regolatori devono esaminare attentamente le relazioni che questi ultimi intrattengono con le forze dell’ordine e gli operatori per garantire che tutte le relazioni con il personale e le risorse umane delle Case da gioco siano perfette. Ispezionare i registri del personale per garantire che non vi siano presenze “problematiche”. Altrettanta attenzione, sotto forma di prevenzione che risulta essere uno degli strumenti più idonei ad intervenire, va prestata ai registri del Casinò per quanto riguarda i giocatori a rischio e gli stessi regolatori devono preparare un rapporto sui rischi di eventuali suicidi nei locali del Casinò e fornirlo alla Polizia ed alla direzione della stessa Casa da Gioco.

Indispensabile, come si sottolinea spesso e volentieri, diffondere la cultura del gioco responsabile e su questo preciso fronte le autorità della regolamentazione devono riferire annualmente sulle tendenze emergenti che si possono identificare a mezzo delle lamentele dei clienti in merito a pratiche irresponsabili da parte degli operatori del casinò. Sempre cercando di prevenire gli incidenti gestendo luoghi affollati rimane fondamentale il “reagire” ed il farlo nel modo adeguato: quindi, risultano essenziali le collaborazioni con la sicurezza, Polizia, Governo ed abilitare la condivisione delle informazioni tra le varie organizzazioni. Sopratutto, indispensabile risulta anche la valutazione della competenza in materia di sicurezza e formazione del personale.

Bisogna anche ricordare che il tema più ricorrente, nel caso di attacchi, è l’affollamento: ogni attacco viene condotto in un momento in cui il “destinatario dello stesso attacco” è più affollato. Le Case da Gioco colpite da questo tipo di situazioni dovranno, ovviamente, intervenire instaurando delle linee di riferimento per le vittime di traumi collegati agli attentati, eseguendo donazioni ai familiari delle vittime della strage, gestendo le comunicazioni con i media a mezzo di personale professionalmente preparato e cercando di creare una assoluta positività al momento della ripartenza dell’attività della Casa da Gioco per ricercare di instaurare nuovamente la precedente tranquillità.

Per il momento nel nostro Paese situazioni del genere non ne sono ancora capitate ma, come detto, bisogna essere preparati a tutto nella vita dei nostri giorni che ci mette sempre di fronte ad eventi imponderabili. Con i debiti distinguo tra i due fattori chi poteva mai immaginare che si potesse arrivare al fallimento di un Casinò e probabilmente addirittura ad un simile destino sempre per un’altra Casa da Gioco tricolore? Nessuno, ovviamente, considerando che queste strutture hanno partecipazioni statali….

Ottobre 8, 2018 Di: : •
Casino
Recensione
Mobile
Gioca
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
casino mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
casino mobile
star casino logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
casino mobile
casinocom logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
casino mobile
betfair casino logo
Betfair Casino
25€ Gratis + 1000€
casino mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
casino mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
casino mobile
Merkur Win Casino
10€ Gratis + 1000€
casino mobile
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
casino mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
casino mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
casino mobile
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
casino mobile
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
casino mobile